Ristorante Pizzeria I Soliti Amici 1

 

La città delle ultime Olimpiadi invernali ha dimenticato i tempi in cui era il simbolo dell'industria italiana. Oggi Torino viene descritta come polo culturale del nord Italia, fucina di creatività e ventre di incubazione di nuove tendenze, stili e mode. Il tramonto da inizio alla vita metropolitana con il rito dell'aperitivo, di seguito le strade si affollano per l'ora di cena. Gruppi di persone si riuniscono al calar del sole alla ricerca del locale "giusto" dove cenare, da chi vuole passare dei bei momenti in compagnia fino a chi è impegnato per lavoro. In un periodo di crisi economica come quello che sta attraversando oggi il paese, poi, la pizza o la cena al ristorante sembrano aver aiutato gli italiani a mantenere vive le relazioni sociali.

 

A Torino, uno dei locali che esprime benissimo le caratteristiche di una città in fermento è "I Soliti Amici I". Situato proprio di fronte al grande stabilimento Fiat Mirafiori di corso unione sovietica, confronto tra passato e futuro di una città in sviluppo. Lo staff del ristorante, partendo dallo chef Salvatore Pagano, sposa a pieno questa filosofia: servizio di alto livello e cortesia affiancato da una attenzione rigorosa alla qualità dei prodotti. Per rendere il più piacevole possibile sia l'importante momento di svago e aggregazione che è la cena "fuori" che la formalità del pranzo o cena di lavoro.

 

Questo naturalmente nel rispetto dell'eccellenza della tradizione del locale: la Pizza. Rimane infatti la stessa, fedele alla storia della tipicità napoletana ed alla ricetta originale, con lo "storico" Vasile a prepararla.

Alla proverbiale Pizza si affianca oggi una "cucina" eccellente", con lo chef Salvatore impegnato in prima persona a far apprezzare la qualità dei piatti tipici della cucina piemontese e mediterranea elaborati dalle sue "sapienti" mani.